mercoledì 20 giugno 2012

*Lasagne emiliane* per Il Mercoledi Social Emilia mon amour



Sono così famose che non c'è nemmeno bisogno di introdurle.
Sono tra i piatti più ordinati all'estero della cucina italiana, tra i più bistrattati nel nome (do you know lasagni bolognesi?) e nel contenuto (ho visto cose che voi umani... in Austria le lasagne al Kebab...), tra i più amati dai bambini anche grazie a Garfield (!).
Le lasagne sanno di Italia.
Sanno di pranzi a casa, di domeniche, di feste e di pic nic. 
Sanno di profumo di sugo nelle scale del condominio già alle 9 di mattina.
Sanno di condivisione e pranzi con gli amici. 
Sanno di Emilia.

Le ho preparate in un rovente giorno di metà giugno per la splendida iniziativa di Micol e Cecilia dei Mercoledì Social intitolati Emilia mon amour. Leggete sul loro blog di che si tratta, ne vale la pena.

Ogni famiglia italiana che si rispetti ha una propria ricetta delle Lasagne, la mia è quella di mio padre che a sua volta si ispira a quella di una delle sue Bibbie della cucina: Il cucchiaio d'argento. 

*****
{Lasagne emiliane}
ricetta per 4-6 persone circa 

Per la pasta:
3 uova medie
300g di farina
un pizzico di sale

Disponete la farina a fontana sul tavolo (o in una ciotola capiente). Rompete al centro della fontana le uova e aggiungete il sale.
Lavorate l'impasto per circa 10 minuti. Se la pasta risulta un po' morbida aggiungete un cucchiaio o due di farina. Se la pasta risulta troppo dura aggiungete un cucchiaio o due di acqua.
Fate una palla con l'impasto, copritela con pellicola trasparente e lasciate riposare per almeno 30 minuti - 1 ora.
Stendete la pasta sul piano di lavoro infarinato tirando una sfoglia non troppo sottile. Con un coltello ricavate dei rettangoli di impasto di circa 15cm x 8cm.
Lessate i rettangoli, pochi alla volta (4-5 al massimo) in una pentola con acqua bollente salata per un paio di minuti.
Scolateli e stendeteli ad asciugare su un telo da cucina

Per il ripieno
150g di carne di maiale tritata
150g di vitello tritato (nella ricetta originale è previsto il manzo)
50g di pancetta dolce tritata
1/2 bicchiere di vino bianco secco
600ml di passata di pomodoro
1 carota
1 cipolla
1 costa di sedano
burro
olio
sale
pepe
150g circa di Parmigiano Reggiano D.O.P. 

Per la besciamella:
100g di burro
100g di farina 00
1 litro di latte intero
sale
noce moscata

Pulite le verdure e tritatele finemente. Fatele soffriggere con un paio di cucchiai di olio e di burro fino a fare imbiondire le cipolle.
Aggiungete le carni tritate e mescolate con un cucchiaio di legno per alcuni minuti. Bagnate con il vino e lasciate evaporare.
Regolate di sale e e di pepe e aggiungete la passata di pomodoro. Fate cuocere a fuoco lento per circa 45 minuti, aggiungendo poca acqua se il sugo si restringesse troppo.

Preparate la besciamella:
Fate fondere il burro in una pentola e unite la farina mescolando con un cucchiaio di legno. Versate il latte, che avrete scaldato a parte senza farlo bollire, e continuate a mescolare sul fuoco medio finché la crema si addensa. Togliete immediatamente dal fuoco, aggiungete il sale e la besciamella secondo il vostro gusto e lasciate intiepidire.
Imburrate una pirofila capiente e alternate uno strato di besciamella, uno di lasagne, uno di ragù e uno di formaggio fino a terminare con uno strato di besciamella e formaggio.
Infornate a 200° per circa 25-30 minuti.








7 commenti :

  1. Che meraviglia questo piatto e che bella foto. Le lasagne sono una coccola, con la besciamella e il sugo saporito, in inverno fanno uscire il sole anche nelle giornate di pioggia.

    RispondiElimina
  2. woooooooow!!! fantastica...

    RispondiElimina
  3. eh si....sanno proprio di Emilia..... :) :) grazie mille come sempre!!!

    RispondiElimina
  4. Spettacolari, Ann!! Anche tu a giugno ti fai beffa del caldo per la causa emiliana? Io ho sfidato l'afa con i fagioli borlotti!! :D

    RispondiElimina
  5. mamma mia le lasagne.. quanto son buone!!!! io le mangio da sempre a casa mia assieme ai cappelletti sono un must!!! ottima ricetta complimenti

    RispondiElimina
  6. le mangerei pure con questo caldo appiccicoso...direi che questo è un complimento degno di nota :))

    RispondiElimina
  7. wow!!! che meraviglia deve essere squisita ti ho conosciuta per caso ma mi hai conquistata da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare ciao rosa

    RispondiElimina

{Blog Etiquette}
I commenti sono moderati perché qui:
non si urla scrivendo in maiuscolo
non si spamma
non ci si comporta con malagrazia verso gli altri lettori
si esprimono le proprie idee educatamente
si sta composti a tavola