lunedì 6 maggio 2013

{Drommar} Il giro del mondo in 80 biscotti - 4 Svezia


Dopo un paio di morsi questi sono entrati di diritto tra i miei biscotti al cocco preferiti.
Sono friabili e croccanti e, allo stesso tempo, si sciolgono in bocca liberando un intenso sapore di cocco e mandorle.
Sono un vero sogno e non lo dico a caso: Drommar, in svedese, significa appunto "sogno".
L'ingrediente segreto che rende tutto questo possibile è l'ammoniaca alimentare.
Vi avevo già parlato dell'utilizzo di questo lievito nei biscotti Petit Beurre e di quanto questo contribuisca all'inzuppabilità dei biscotti.
Il rovescio della medaglia è l'odore di ammoniaca che invade la cucina se avete la malaugurata idea di aprire lo sportello del forno in cottura.
Fidatevi di me: l'odore è solo un fastidio momentaneo che sparisce appena i biscotti raffreddano, quello che resta è la fragrante bontà di questi dolcetti svedesi.

Se il nome vi suona familiare è perché sono in vendita nella Bottega alimentare della catena di negozi d'arredamento a basso costo svedese. Avete presente quel mega negozio che sembra una scatola regalo gigante gialla e blu e che i mariti/compagni/fidanzati allontanano come la peste? (Chi ha detto Ikea?)
Lì trovate lì, vicini ai più famosi Pepparkakor, i biscotti di pan di zenzero che gusteremo in una tappa futura di questo Giro del mondo in 80 biscotti.

Credo che le tappe nei paesi del Nord Europa saranno frequenti nel nostro viaggio perché adoro la loro tradizione dolciaria. E, a proposito di tradizioni, i Drommar vengono consumati e regalati sopratutto nel periodo di Natale ma non credo vi dispiacerà infrangere la tradizione e prepararne subito qualche teglia appena li avrete provati ;)


L'elemento chiave della ricetta è l'ammoniaca alimentare, che è in vendita sia nei supermercati più forniti che nelle farmacie. Se non la trovate può essere sostituita da un mix di bicarbonato e lievito in polvere (in parti uguali) o dal cremor tartaro ma non otterrete la stessa consistenza.   

{Drommar}

100g di zucchero 
115g burro morbido
115g farina
60g farina di cocco
un pizzico di sale
1/2 cucchiaino di ammoniaca
1 cucchiaino di aroma di mandorle
mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere

Setacciate la farina ed unitela agli altri ingredienti secchi mescolando insieme la farina di cocco, il sale e l'ammoniaca alimentare.


Montate il burro e lo zucchero con una frusta elettrica finché diventa una crema morbida ed omogenea. 
Continuando a montare a bassa temperatura aggiungete la farina e gli ingredienti secchi.

Unite per ultimi l'aroma di mandorle e la vaniglia in polvere.

Formate un panetto, ricopritelo con pellicola trasparente e mettete in frigo a riposare per almeno un'ora.

Scaldate il forno a 170°C.
Rivestite un paio di teglie con carta da forno.

Con un cucchiaio prelevate un po' d'impasto modellando dei dischetti che posizionerete distanziati tra loro sulle teglie (lasciate un po' di spazio perché tendono a gonfiarsi grazie all'ammoniaca).

Cuocete per 18minuti circa, sono pronti appena i bordi iniziano a dorare.

Lasciate raffreddare sulla teglia i biscotti perché appena fuori dal forno sono molto morbidi e diventano più croccanti appena si raffreddano.

Conservate in una scatola a chiusura ermetica.

Dose per circa 18-20 biscotti grandi.


Ispirazione


16 commenti :

  1. Cocco, aroma di mandorle, burro.....musica per le mie orecchie...fantastici, li rifarò perché il cocco mi piace moltissimo!!!
    un bacio.
    Gabila

    RispondiElimina
  2. deliziosi! mi piace questo giro del mondo biscottifero:)
    buona giornata
    Alice

    RispondiElimina
  3. Capitano a proposito, mentre vago alla disperata ricerca di alcune cose nell sterminato negozio online di ikea. Quasi quasi me li preparo, chissà che non siano di aiuto in questa estenuante ricerca. cocco e mandorle sono tra i miei ingrededienti preferiti

    RispondiElimina
  4. Buonissimi anche questiiiiii :-)

    RispondiElimina
  5. I tuoi biscotti sono tutti deliziosi... questi poi....

    RispondiElimina
  6. Questi li proverò sicuramente, prima di domenica ;)
    Se sono friabili e sanno di cocco, con un accenno di mandorla e prevedono l'utilizzo dell'ammoniaca...non resisto! :)

    RispondiElimina
  7. Conosco chi farebbe pazzie per questi biscotti al cocco...non mi resta che segnare la ricetta!!

    RispondiElimina
  8. Il tuo viaggio continua e noi ti seguiamo passo dopo passo..

    Not Only Sugar

    RispondiElimina
  9. Devono essere buonissimi, non vedo l'ora della ricetta dei Pepparkakor, ne vado ghiotta! ;) Un bacio, Fede

    RispondiElimina
  10. Oddio Annamaria che meraviglia questi biscotti ... tra l'altro non so se lo sai ma sto vivendo un periodo "biscottoso" molto intenso, non sto facendo altro che biscotti. Voglio assolutamente provare questi "sogni"!
    Valentina

    RispondiElimina
  11. un sogno saranno i biscotti ma un sogno è anche il tuo giro del mondo in 80 biscotti, questi al cocco devono essere buoni, li metto nella mia lista e magari finiscono anche tra i miei preferiti!!!
    a presto Nahomi

    RispondiElimina
  12. Lo sai, vero, che io ho un debole per TUTTI i tuoi biscotti bianchi... ? ;)

    RispondiElimina
  13. che delizia... complimenti ^_^ mi fermo molto volentieri...
    a presto!!!
    passa a trovarmi ... mi farà piacere
    ann@ di http://unpodibricioleincucina.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. Questa ricettina sembra davvero ottima!
    E anche il progetto. L'unico problema per me sarebbe resistere alla tentazione di mangiarli tutti e far diventare "il giro del mondo in 80 biscotti" "aumento del girovita di 80kg" :)

    RispondiElimina
  15. anche questi non li conoscevo, segno la ricetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

{Blog Etiquette}
I commenti sono moderati perché qui:
non si urla scrivendo in maiuscolo
non si spamma
non ci si comporta con malagrazia verso gli altri lettori
si esprimono le proprie idee educatamente
si sta composti a tavola