martedì 24 gennaio 2012

*Gelati di meringa*



Il carretto passava e quell'uomo gridava gelati / al 21 del mese i nostri soldi erano già finiti / io pensavo a mia madre e rivedevo i suoi vestiti / il più bello era nero coi fiori non ancora appassiti. - I giardini di marzo. L.Battisti -

Le canzoni di Battisti e Mogol sono impresse nel dna italiano. Anche il metallaro più accanito non può non conoscere il ritornello di Acqua Azzurra, Acqua Chiara e ha canticchiato, almeno una volta nella vita "le bionde trecce gli occhi azzurri e poi...". La verità è che le nostre mamme le infilavano in ogni ninna nanna, in ogni biberon, e noi anni dopo le cantavamo a squarciagola sul pullman in gita scolastica.

Era il tempo in cui non esistevano ancora gli mp3 e al massimo potevi portare a scuola un pesantissimo lettore cd che s’inceppava al primo movimento brusco. Eppure le canzoni di Battisti erano anche in quei cd e, prima ancora, nelle musicassette dei walkman e, ancora prima, sui dischi di vinile e alla radio. Sono senza tempo.


Questa canzone, ad esempio, scritta molti anni prima che io nascessi mi ricorda i pomeriggi d’estate della mia infanzia, anche se non ho mai visto di persona un carretto di gelati. C'era un bar, però, dove facevano un gelato fragola e limone delizioso e dove il nonno mi portava a comprare anche un gelato di meringa ogni tanto, uno di quei dolci fintissimi che vendono nelle bancarelle di dolciumi ancora oggi ma che per me, allora, era un piccolo prodigio. "Guarda, nonno, un gelato che non si scioglie e non è freddo!"


Che anno è che giorno è
questo è il tempo di vivere con te
le mie mani come vedi non tremano più
e ho nell'anima
in fondo all'anima cieli immensi
e immenso amore
e poi ancora ancora amore amor per te
fiumi azzurri e colline e praterie
dove corrono dolcissime le mie malinconie
l'universo trova spazio dentro me
ma il coraggio di vivere quello ancora non c'è





{Gelati di meringa}

La ricetta di queste meringhe è un adattamento della ricetta "Meringue cupcake" di Martha Stewart. Ho diminuito il tempo di cottura e  le dosi dello zucchero rispetto alla ricetta originale. Se non gradite la marmellata di visciole potete utilizzare quella che più preferite, cercate di usare comunque una marmellata con una punta di aspro nel sapore per bilanciare la dolcezza delle meringhe. Nulla vieta, però, di infischiarsene di questo consiglio e di riempire le meringhe di crema al cioccolato ;) Dose per 8 "gelati".
3 albumi di uova medie
150g zucchero semolato
mezzo cucchiaino di aceto bianco
mezzo cucchiaino di aroma alla vaniglia
un pizzico di sale
8 cucchiai di marmellata di visciole


pirottini di silicone
sac a poche con beccuccio rigato


Montate gli albumi con le fruste elettriche in una ciotola di vetro o di alluminio aggiungendo lo zucchero in 3-4 passaggi e il resto degli ingredienti poco per volta.
Aumentate poco alla volta la velocità delle fruste. 
Continuate a montare per almeno 8-9 minuti finché gli albumi sono ben fermi e non cadono giù se capovolgete la ciotola. 
Riempite una sac a poche con un beccuccio rigato e spremete gli albumi nei pirottini formando una spirale per dare l'aspetto di un gelato alla meringa. Le meringhe raddoppiano quasi di volume in cottura quindi adagiate i pirottini distanti gli uni dagli altri.
Cuocete a 130° per 1 ora, togliete le meringhe dal forno e aspettate che si raffreddino del tutto.
Con un coltellino affilato tagliate la parte superiore della meringa e riempite l'interno, morbido e cremoso simile ad un marshmallow, con la marmellata di visciole.
Servite subito.
Le meringhe, senza marmellata, si conservano fragranti per 3-4 giorni in una scatola chiusa.


Con questa ricetta e con questa canzone partecipo al contest di Questo Soffrito Viola







P.s. a proposito di meringhe, la mia raccolta continua fino al 28 febbraio

23 commenti :

  1. buonissimi ed elegantissimi, veramente brava

    RispondiElimina
  2. delicatissimi gelati...graziosissimi! la canzone l'adoro mi fa pensare al mio papà.

    RispondiElimina
  3. Sono stupendi! complimenti...
    i miei ricordi (ahimé) risalgono al walkman...

    RispondiElimina
  4. bellissimi Ann!!!
    la canzone mi fa pensare ai miei genitori, papà la suonava con la chitarra... credo sia dentro ai ricordi di tutte le famiglie italiane :)

    ciao
    Claudia

    ps: sono anche io (ahimè) del partito del walkman!!!

    RispondiElimina
  5. dire che sono meravigliosi è dire poco! complimenti :) baci!

    RispondiElimina
  6. Ann, questa è una di quelle cose che non mi riesce Mai e dico Mai...nonostante tutti i trucchetti mi restano sempre mollicce al centro dopo la cottura.
    Proverò questa versione...se è quella giusta te lo farò sapere!!!
    Altrimenti verrò a chiedere consigli!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  7. Che dolcezza! Quanto tempo non passavo da qui.

    Quando ti va ho preparato un premio per te nel mio blog A presto

    RispondiElimina
  8. Ann tu fai sempre ricette speciali e rendi bellissimi i tuoi piatti con tocchi creativi, ma questa meringa è superlativa. Bellissima da vedere, ti fa sognare come solo i dolci delle favole sanno fare. Adoro la canzone e il contest è divertentissimo.
    Brava

    RispondiElimina
  9. sono bellissimi! complimenti! e in bocca al lupo per il contest! :)

    RispondiElimina
  10. belli, buoni e molto attinenti, nella loro essenza, con la canzone! che brava, hai composto tutto benissimo!

    RispondiElimina
  11. Ma che meravigliaaaaaa ... complimenti sono troppo troppo belli e chissà che buoniii :)

    RispondiElimina
  12. Non puoi farmi questo! Io sono a dieta ferrea e tu mi fai questi cupcakes di meringa...lo sai vero che io adoro i cupcakes e le meringhe!? E' una tortura guardarli al lo schermo del pc senza poterne mangiare uno! Mi è venuto un tale languorinoooo!

    RispondiElimina
  13. Sono incantata, sono semplicemente meravigliose e perfette le tue meringhe "gelato". E credo proprio che la marmellata di visciole sia quanto di più azzeccato potessi scegliere come abbinamento. Sarebbe in sogno gustaresene una adesso ascoltando Battisti. Grazie per questo piacevole tuffo nel passato. Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  14. In fatto di dolci ne sai una più del diavolo, impossibile starti dietro, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  15. questa ricetta è davvero fantastica.
    Io da tempo litigo attivamente con le meringhe, fino a questo capodanno in cui ho provato a fare dei piccoli mont blanc e finalmente mi sono venute!

    Devo provarla, ho anche i pirottini adatti!

    RispondiElimina
  16. L'mp3 è una vera comodità per chi ascolta musica in giro. In treno si vedono decine di persone assorte nelle loro cuffiette. Certe volte mi domando come facciano a non diventare sordi visto il volume al quale ascoltano la musica... praticamente la condividono con tutto lo scompartimento!
    Questi dolcetti sono una vera bontà. Quelle meringhe ti sono venute benissimo.

    RispondiElimina
  17. Ricetta e foto fantastiche , bisogna assolutamente assaggiarle =) se ti va di passare da me per il mio giveway http://fotoinpentola.blogspot.com/2012/01/buon-compleanno.html

    RispondiElimina
  18. ma che meraviglia questo post..
    anche io ricordo con affetto le canzoni di Battisti.. i miei le hanno sempre canticchiate a casa, alle feste con i loro amici.. credo di conoscerle tutte a memoria :)
    un bacio grande
    Giulia

    RispondiElimina
  19. ma che delizia questi gelatini!! :) con la meringa devono essere super! ;) a presto! :)

    RispondiElimina
  20. Ma che bontà,me li mangerei con gli occhi solo a vederli!Ciao

    RispondiElimina
  21. A dir poco bellissime! Sei fantastica:)
    Buon weekend!!
    Georgie

    RispondiElimina
  22. Ciao, sono sempre io :o) Sono appena diventata membro, ma il tuo blog è troppo bello, quindi lo metto anche tra i preferiti nel mio blog perchè sei troppo brava!
    http://www.ritroviamociincucina.blogspot.com/

    RispondiElimina
  23. Ciao! Mi sono unita molto volentieri ai tuoi followers, tra l'altro ho scoperto per caso questo tuo bellissimo blog, complimenti! Mi farebbe piacere se passassi da me! A presto! Camilla www.camilladolcicreazioni.blogspot.it

    RispondiElimina

{Blog Etiquette}
I commenti sono moderati perché qui:
non si urla scrivendo in maiuscolo
non si spamma
non ci si comporta con malagrazia verso gli altri lettori
si esprimono le proprie idee educatamente
si sta composti a tavola