martedì 3 aprile 2012

*Spaghetti di riso al wok* per il picnic all'ombra dei ciliegi in fiore



 Voglio fare con te ciò che la primavera fa con i ciliegi - P.Neruda

Lontano dalle rotte turistiche più popolari, tra i palazzi di marmo bianco e le macchine che sfrecciano sulla Cristoforo Colombo, una delle strade più trafficate della Capitale, c’è il laghetto dell’Eur.
A vederlo così, in mezzo al rigore dei monumenti neoclassici e spartani degli anni ‘30, sembra un’oasi di verde, di pace e bellezza incorniciata dagli alberi di ciliegio giapponesi che in questi giorni sono in fiore.



C’è una tradizione legata a questo momento, l’Hanami. Quando i Sakura sbocciano e i rami nodosi ed esili si riempiono di gemme candide e spruzzate di rosso e di rosa, è il momento di godere di questa bellezza. Sì, esatto, la tradizione riguarda proprio la contemplazione di questo magnifico spettacolo della natura. Non ci sono riti particolari, azioni da compiere con precisione, bisogna solo deliziarsi di questo fragile momento perché, come tutte le cose belle, è effimero. Una folata di vento, una pioggia inaspettata, e i petali possono volare via. C'è qualcosa di meravigliosamente filosofico in tutto questo, non trovate?





Il Miso è un condimento cremoso giapponese composto da riso fermentato, soia e funghi koji. E' molto salato quindi, quando lo utilizzate, cercate di bilanciare la sapidità del brodo o della salsa di soia. Potete sostituire l'olio di semi di sesamo con olio di arachidi o con un olio d'oliva dal sapore tenue. Dose per 3-4 persone
 {Spaghetti di riso con verdure e macinato di vitello al wok}


400g carne tritata di vitello
2 carote
4 cipollotti verdi
mezza verza
spaghetti di riso
2 spicchi d'aglio
1 cucchiaino di zenzero in polvere 
1 cucchiaio di miso
salsa di soia
olio di semi di sesamo
500 ml di brodo vegetale non troppo salato


Pulite le verdure e tagliatele a strisce sottili.
Tritate l'aglio e soffriggete nel wok unendo le verdure. Aggiungete il brodo e cuocete per 15-20 minuti o finché le verdure sono cotte e hanno assorbito tutto il liquido di cottura. Togliete le verdure dal wok, ungete la padella con altro olio di sesamo e soffriggete il macinato di vitello condito con lo zenzero e il miso.
Preparate gli spaghetti di riso secondo le dosi e le modalità scritte sulla confezione. Scolateli una volta cotti e tenete da parte al caldo.
Unite gli spaghetti alla carne tritata, aggiungete le verdure e regolate di olio e salsa di soia. Soffriggete ancora per pochi minuti e servite in tavola.


15 commenti :

  1. Spettacolo! Stavo aspettando questo post con ansia, grazie! :) E i ciliegi in fiore a Roma sono belli quasi come quelli in Giappone!

    RispondiElimina
  2. Ecco un piatto che posso proporre al mio ragazzo senza portarlo di forza al ristorante cinese! :)
    Io adoro gli alberi in fiore, in particolare i ciliegi e la magnolia speciosa...e i picnic appena possibile si fanno!!!
    Buona giornata!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Ann, bellissimo il post e le foto dei ciliegi. Io passerei ore ad osservarli. La ricetta è fantastica e mi hai appena risolto il dilemma del pranzo.

    RispondiElimina
  4. Splendide foto e ottima ricetta!
    adoro i ciliegi in fiore!

    RispondiElimina
  5. Io vado matto per gli spaghetti di riso! Solitamente li faccio un po' diversi, senza carne, ma devo provare.

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  6. Quanto mi piacciono. Ne ho una confezione in dispensa che aspetta solo un mio raid in pescheria per comprare i gamberi da abbinarci. L'idea di portarmeli dietro e mangiarli fuori poi, mi mette ancora più voglia.

    RispondiElimina
  7. Quanto sono romantici i ciliegi in fiore?? bel post...veramente complimenti.
    P.S: gli spaghetti sono favolosi.Baci

    RispondiElimina
  8. E' uno dei pochi piatti che mi piacciono al ristorante cinese, gustosi i tuoi, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia i ciliegi in fiore!Gli spaghetti di riso sono super golosi!Ciao

    RispondiElimina
  10. Tanti auguri. Passa una buona Pasqua. Baci.

    RispondiElimina
  11. da romana (dell' Eur) non avrei neanche avuto bisogno delle foto per cogliere lo spirito che descrivi.. ma sono una m-e-r-a-v-i-g-l-i-a :O) foto e spaghettini, ovviamente!! io sono nella fase noodles... eheh

    RispondiElimina
  12. i cigliegi in fiore stanno bene ovunque, in Giappone come a Roma!

    RispondiElimina
  13. ADORO gli spaghetti di riso. Complimenti x il blog, l'ho linkato nel mio http://torsolo-di-mela.blogspot.it/ verrò a sbirciare ogni tanto ^_^ CIAO!

    RispondiElimina
  14. che foto meravigliose! e poi vado pazza per gli spaghetti di riso :-) se ti va, ti lascio il link al nostro primo contest ;-)
    http://dolcemporiofirenze.blogspot.it/2012/03/il-dolce-della-domenica-49-e-il-1.html

    RispondiElimina
  15. Ciao,
    proprio ieri cercavo sul web una ricetta con gli spaghetti di riso, alla fine me la sono inventata perché non ho trovato nulla di particolarmente entusiasmante e poi oggi, per caso, scopro il tuo bellissimo blog e questo meraviglioso piatto!

    Piacere di conoscerti :)
    Valentina

    ps: sicuramente parteciperò anch'io al tuo contest, adoro i dolci al cucchiaio :P

    RispondiElimina

{Blog Etiquette}
I commenti sono moderati perché qui:
non si urla scrivendo in maiuscolo
non si spamma
non ci si comporta con malagrazia verso gli altri lettori
si esprimono le proprie idee educatamente
si sta composti a tavola