martedì 22 febbraio 2011

Krumiri al mais


Più che un biscotto è una leggenda metropolitana. Cercate la ricetta dei Krumiri: il 95% dei ricettari indicherà tra gli ingredienti la farina di mais. E non parlo solo delle ricette trovate su internet ma anche di ricettari di un certo peso (in tutti i sensi). Facciamo un esempio: "Il pasticciere e confettiere moderno. Raccolta completa di ricette per ogni genere di biscotti, torte, paste al lievito, ecc."* opera di Giuseppe Ciocca del 1927, Editore: Ulrico Hoepli. A pagina 24 si legge:
 Krumiri
Farina frumento.................kg 3,000
Farina meliga..................... " 3,500
Zucchero grasso................ " 3,200
Uova................................. N. 16
Profumo vaniglia
Ammoniaca gr. 20 o lievito in polvere in proporzione.
 Ciò vale a dire: farina di grano tenero, farina di mais (melia o meliga in dialetto piemontese - vedi wikipedia) ecc...
E se te lo dice un libro così devi fidarti, non puoi mica fare spallucce e rispondergli: "Signor Libro, è da tempo che non mangio un Krumiro ma non mi sembra di ricordare che nell'impasto sia presente il mais e tanto meno il lievito". Ma siamo matti? Potrebbe rispondere tuonando dall'alto della sua esperienza: "Ragazzina, insegno l'arte della pasticceria da prima che i tuoi genitori nascessero!". Capite bene che l'unica cosa sensata da fare era rimboccarsi le maniche, armarsi di siringa da pasticceria e provare questa ricetta... per poi scoprire, dopo un pomeriggio di epica lotta con la suddetta siringa, che davvero nella ricetta originale dei Krumiri di Casalmonferrato non c'è la farina di mais.

"La pasta del Krumiro è composta esclusivamente da zucchero, uova, burro, farina bianca e vanillina.
La caratteristica dei veri Krumiri è di non contenere acqua: sono solo le uova e il burro che ammorbidiscono l'impasto e che conferiscono al biscotto un profumo irresistibile."
 (fonte: http://www.krumirirossi.it/ita/ricetta.htm )

Chissà come mai tanta differenza con l'impasto originale e le altre ricette. E' strano ma non è l'unico dolce diventato famoso nella sua forma non originale e ricordo, ad esempio, il simpatico post di ( parentesiculinaria ) sulla ricerca del Vero Plumcake. Misteri della cucina...
Ormai la frittata, ops, l'impasto era fatto quindi per merenda ho gustato questa variante di Krumiri al mais. Hanno una consistenza sabbiosa, e ricordano molto i biscotti danesi al burro. La tipica forma a manubrio/baffi-di-Vittorio-Emanuele-II c'è e anche le righe sulla superficie tipiche da Krumiro.


























{Krumiri al mais}
Tipo di biscotto: friabile
Metodo di miscelatura: unico passaggio
Dose per circa 40 biscotti 
280g burro 
280g farina di mais finissima
200g farina 00
160g zucchero semolato
3 uova medie a temperatura ambiente
Mescolare le farine con una frusta, unire lo zucchero e il burro freddo tagliato in piccoli pezzi. Impastare fino ad ottenere un composto simile alla sabbia bagnata e unire le uova una per volta. 
Lasciare riposare in frigorifero per alcune ore, meglio ancora per una notte intera.
Prelevare un po' di composto e inserirlo in una siringa da pasticceria con il foro a stella largo creando dei bastoncini di circa 10cm. In alternativa, rigare la superficie del biscotto con una forchetta. 
Cuocere per 18-20 minuti in forno già caldo a 200°.
Lasciare raffreddare completamente prima di servire.
Sempre se uno riesce a resistere ai biscotti appena sfornati.

*Nota: il libro è consultabile gratuitamente on line sul sito di AcademiaBarilla, basta una semplice registrazione.

12 commenti :

  1. Bellissimi adoro i Krumiri li evo fare!
    Bravissima me ne prendo un paio ^_^
    un bacione Anna

    RispondiElimina
  2. Sono bellissimi e super invitanti!! Complimenti per le stupende immagini! Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. non pensavo che la maggioranza dei krumiri avesse il mais, ero convinta che fossero solo di frolla di farina 00 e così dovrebbe essere stando a quanto dici.. fatto sta che sono buonissimi :)

    RispondiElimina
  4. sONO BUONISSIMI, GRAZIE !
    mANDI

    RispondiElimina
  5. Complimenti per i crumiri al mais, da provare, e per le bellissime foto!!!

    RispondiElimina
  6. Che buoni i krumiri, mi sono sempre tanto piaciuti ma non li ho mai fatti....
    Potrei provarci in effetti, ora ho la tua ricetta :D Un bacione

    RispondiElimina
  7. Ciao cara Ann... scopro solo oggi con stupore il tuo splendido blog! E' di una finezza disarmante, complimenti davvero!
    Ahhh... i Krumiri! Uno dei primi biscotti "conosciuti" da piccola! Insieme ai Canestrelli e ai Bucaneve hanno riempito con gioia le mie merende e colazioni! ;-)

    RispondiElimina
  8. Adoro questi biscotti, pasticcini!
    Mi ricordano le merende di quando ero bambina, mia nonna mi preparava il thè e nella sua scatola di latta, antichissima per altro, c'erano proprio loro i Krumiri!!
    Non sapevo ci fosse la farina di mais!!
    Ti sono venuti molto bene!

    RispondiElimina
  9. Chissà che profumino girava per la tua casa.....sembrano veramente ottimi....baci

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia i krumiri, troppo buoniiiii

    RispondiElimina
  11. Ma toh... arrivo qui in questo post guidata dal profumo dei krumiri e vedo anche la tua citazione :)
    Ti ringrazio per questo, ma tanto anche per la ricetta originale: una vera chimera!
    Io sono affezionatissima al gusto dei famosi krumiri industriali che tutti conosciamo, ma ormai trovo che abbiano perso il loro smalto...
    Sai cosa avrei creduto che ci fosse anche? Il malto d'orzo... ma a quanto pare sbagliavo....

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

{Blog Etiquette}
I commenti sono moderati perché qui:
non si urla scrivendo in maiuscolo
non si spamma
non ci si comporta con malagrazia verso gli altri lettori
si esprimono le proprie idee educatamente
si sta composti a tavola