lunedì 10 giugno 2013

{Red velvet cupcake} di Martha Stewart


Dicono che le cupcake siano passate di moda, soppiantate da altre tendenze alimentari come le cakepop o le ciambelle. O almeno questo succederebbe Oltreoceano, dove le mode alimentari si masticano in fretta e poi si sputano via. Qui in Italia, invece, è un fiorire di bakery negli ultimi tempi, grazie al Cielo. 
Eppure la maggior parte della popolazione italiana mangiatrice di dolciumi guarda ancora con sospetto questi amabili dolcetti dall'aspetto così grazioso. 
I loro detrattori li accusano di essere tutta apparenza e niente sostanza.
Secondo me si sbagliano. Questa Red Velvet ne è la prova.
La red velvet non è una ricetta facile come sembra, il più delle volte ha un sapore "neutro" perché è una cupcake al cacao pur non essendo il cioccolato il suo ingrediente principale, perché esiste in mille gradazioni di rosso e spesso il sapore del colorante può dare un po' fastidio.

Ho provato molte ricette alla ricerca della red velvet con la R maiuscola e assaggio dopo assaggio credo di aver trovato quella giusta.
Mi sono affidata al libro sacro delle cupcake di Martha Stewart ed ho trovato, finalmente, la red velvet che amo. Come al solito ho eliminato parte dello zucchero prevista nella ricetta originale perché, non mi stancherò di ripeterlo, trovo le ricette anglosassoni eccessivamente zuccherine. E' un dolcetto equilibrato, morbidissimo grazie al latticello e della giusta gradazione di rosso-cacao. A quanto pare il colore rossiccio naturale dipende dalla reazione chimica dell'aceto con il bicarbonato e il cacao. Per accentuarne il colore si può utilizzare un po' di colorante alimentare rosso. Vi consiglio di usare quelli concentrati in pasta o in gel che colorano meglio con una minor quantità ;)




La red velvet ama profondamente la glassa al Philadelphia, che potete trovare qui nella mia Red Velvet Whoopie Pie. In questo caso ho glassato le cupcake con una semplice crema al burro avendo in frigo un ottimo burro biologico.
Nel caso non trovaste il latticello avete due possibilità:
1) farlo in casa - basta montare la panna finché non diventa burro, il siero rimanente è il latticello
2) sostituirlo con uno yogurt diluito con panna fresca
Di solito il latticello (o buttermilk) si trova nei negozi di alimenti biologici e nei grandi supermercati.






{Red velvet cupcake}
adattata dalla ricetta di Martha Stewart
per 12 cupcake grandi 

Per le cupcake

290g di farina 00 
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
1/4 di cucchiaino di sale fino
180g di zucchero
360ml di olio di mais
2 uova medie
1/2 cucchiaino di colorante rosso
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
215g di latticello
1 e 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
2 cucchiaini di aceto di mele

Per la crema al burro

250g di burro biologico (o di buona qualità) morbido
250g di zucchero a velo
1 cucchiaino di vaniglia in polvere
1-2 cucchiaini di latte
colorante rosa (opzionale)
beccuccio a stella

Accendete il forno a 180°C
Rivestite una teglia per muffin con i pirottini di carta.

Mescolate insieme e setacciate la farina con il cacao in polvere e il sale fino.
Montate con le fruste elettriche a velocità media l'olio con lo zucchero finché quest'ultimo non si sarà sciolto. Aggiungete un uovo per volta continuando a montare con le fruste.
Unite la vaniglia e il colorante rosso. Se desiderate un rosso più acceso aggiungete più colorante.

Aggiungete la farina e il latticello alternandoli.
Mescolate in una ciotolina il bicarbonato di sodio con l'aceto, se il bicarbonato è fresco reagirà con l'aceto producendo delle bollicine. Unite l'aceto all'impasto e mescolate per 10 secondi circa, giusto il tempo che l'impasto diventi omogeneo.

Versate l'impasto negli stampini, per avere dosi uguali potete utilizzare un cucchiaio da gelato mettendo 2 palline di impasto in ogni pirottino (per cupcake più piccoli mettete meno impasto).
Cuocete per circa 20-23 minuti. 

Aspettate che le cupcake siano fredde prima di glassarle.

Preparate la crema al burro.
Montate il burro morbido con lo zucchero a velo a velocità media. Unite la vaniglia in polvere e il colorante. Se la crema è troppo densa unite un cucchiaino o due di latte.
Riempite una sac a poche con beccuccio a stella con la crema al burro.
Disegnate dei cerchi di crema a partire dal centro della cupcake.

Servite a temperatura ambiente. 
Le cupcake si conservano per 3-4 giorni in frigo.






11 commenti :

  1. Guarda io ai cupcakes ho visto sempre con un po' di sfiducia, poi mi sono avvicinato, li ho provati e ho tentato di farli, poi ho capito che faccio schifo con la sac à poche e li ho odiati di nuovo.
    Però vorrei tanto prendere un tè sommerso da cupcakes e nastrini e tazze fiorate!

    Dici che questa base per red velvet va bene anche da fare 'intera'? :)

    Lo sai che io mi fido dei tuoi dosaggi! (con cosa posso sostituire il latticello?)

    Marco di Una cucina per Chiama

    RispondiElimina
  2. ehi ma che carino il nuovo look!!! sono passata per un saluto, attirata dalle roselline che riesci a fare con il Phila. Troppo brava!

    RispondiElimina
  3. Veramente, veramente un bel post....le foto le trovo raffinate e di buon gusto, semplici, essenziali, non amo molto la crema al burro ma di questo colore rosa magari posso fare uno strappo alla regola!!! Ti rinnovo il mio " amore " per te e per il tuo operato sempre preciso e sapiente!
    Un saluto affettuoso e un bacio!
    Gabila

    RispondiElimina
  4. Martha è una garanzia, e tu sei sempre super, quindi pur essendo tra i "Sospettosi" mi sacrificherei volentieri ad assaggiare una deliziosa Red Velvet Cupcake ;)

    RispondiElimina
  5. Grazie davvero Gabila e Monique :-*
    Marco: per sostituire il latticello prova con 2/3 di yogurt e 1/3 di panna quindi 140g di yogurt e 75g di panna. La dose va bene anche per una torta grande, io ne ho preparata una tonda da 26cm. Ricordati però di aumentare il tempo di cottura di 5-10min rispetto a quello delle cupcake ;)

    RispondiElimina
  6. Meraviglia!
    Stavo cercando un dolce da fare per degli ospiti.. forse mi diletterò mi hai fatto venire voglia di addentare uno di questi favolosi cupcake
    Un bacio
    Laura

    RispondiElimina
  7. Ma che belli!!!!! Mi ha attirato il rosa ;)
    Ciaooo ^_^

    RispondiElimina
  8. meraviglia delle meraviglie....

    RispondiElimina
  9. I cupcakes mi piacciono molto, ma comprendo la diffidenza di noi italiani. A Cagliari ha aperto un bar pasticceria che serve quasi esclusivamente dolci americani. Ne ho provato tanti, ma effettivamente nonostante il gusto risultano spesso di dimensioni troppo esagerate e pesantissimi da digerire, quindi ben vengano le rivisitazioni che avvicinano questo tipo di pasticceria ai nostri gusti diciamo un po' più raffinati.

    RispondiElimina
  10. stupendi... romanticissimi..

    RispondiElimina
  11. Questo cupcake è un'opera d'arte, non saprei come definirlo meglio!
    Sei stata davvero bravissima!

    Nina di http://fragolaecannella.blogspot.it/

    RispondiElimina

{Blog Etiquette}
I commenti sono moderati perché qui:
non si urla scrivendo in maiuscolo
non si spamma
non ci si comporta con malagrazia verso gli altri lettori
si esprimono le proprie idee educatamente
si sta composti a tavola